Comunicati

Carloni-Grazioli (CS): con la pandemia, lavoratrici e lavoratori sempre più poveri nel mondo

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Più di 400 milioni di lavoratori e di lavoratrici nel mondo sono tagliati fuori dal lavoro da 25 miliardari che pilotano i governi del pianeta. Le nostre battaglie politiche, per noi di Convergenza Socialista, non cesseranno fino a che ogni forma capitalistica non sarà annientata”, commentano Gianni Carloni e Massimiliano Grazioli, esponenti di Convergenza Socialista. “400 milioni di lavoratori e di lavoratrici nel mondo sono stati privati del proprio lavoro.”

“Questo significa che, in media, un milione e 600 mila persone nel mondo non avranno più uno straccio di stipendio per vivere, se si considera che ogni lavoratore, lavoratrice ha una famiglia composta da 4 persone. Secondo una stima, questi dati si vanno ad aggiungere ai già esistenti 817 milioni di poveri, mentre la ricchezza di 25 miliardari (colossi imperialisti, multinazionali che manovrano governi capitalistici nel mondo) è aumentata di 255 miliardi di dollari in questi mesi di pandemia. Il tutto a fronte di 109 miliardi di extra-profitti a vantaggio dell'88 per cento degli azionisti, a scapito dei livelli occupazionali e della qualità  del lavoro che è scarsa, traballante per ogni lavoratore e lavoratrice.”

“Il coronavirus è la palla presa al volo per destinare utili stratosferici agli azionisti, quando questi utili, sempre se non fosse stato voluto, dovevano essere investiti in posti di lavoro e incentivare l'occupazione, la qualità della ricerca, dello sviluppo tecnologico e delle politiche ambientali” concludono Carloni e Grazioli. “Noi di Convergenza Socialista ribadiamo l'importanza della lotta al capitalismo e la via marxista-leninista al socialismo. E’ sempre più evidente come il capitalismo sia nemico delle classi lavoratrici nel mondo e rimane, quindi, indispensabile, il raggiungimento della società socialista per vincere lo sfruttamento e la miseria.”  

Santoro (CS): il M5S alla frutta, giusta parabola di un movimento gassoso

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Il M5S è alla frutta, notevolmente ridimensionato. Quasi inesistente. Mi pare l’onesta e giusta parabola di un movimento liquefatto, tendente al gassoso, senza ideologia, senza punti di riferimento, senza storia politica”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Incuriosisce, però, la dinamica post-voto che lentamente si sta sviluppando davanti a noi.”

Bielorussia. Santoro (CS): come sempre, due pesi e due misure. Smantelliamo questa Unione Europea delle banche e della finanza

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Il Parlamento Europeo delle banche e della finanza ha deciso, e votato, di non riconoscere l'elezione di un Presidente, Lukashenko, democraticamente eletto dai bielorussi. Che l'Unione Europea delle banche e della finanza, insieme alle sue istituzione imperialiste, sia contro ogni processo democratico scomodo ci è chiaro da tempo”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Ci è chiaro sin dalla palese interferenza che ha contribuito a fomentare le dimostrazioni in Russia nel 2012; ci è chiaro dal pesante coinvolgimento nel Maidan ucraino nel 2014; ci è chiaro dall’immediato sostegno e approvazione della pagliacciata Guaidò in Venezuela; ci è chiaro dal caso del corrotto Navalny che si protrae da anni; ci è chiaro, infine, dall’interferenza in Bielorussia di queste settimane. Hanno votato tutti compatti contro il legittimo Presidente Lukashenko, dal M5S al PD, da Forza Italia a Fratelli d’Italia”.

Contro le calunnie e la diffamazione dell'Impero: Convergenza Socialista è con Mariela Castro Espín e le femministe di Abya Yala

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

di Maddalena Celano, responsabile esteri

Le socialiste e femministe latinoamericane rifiutano la campagna mediatica contro Cuba

Da diverso tempo, la Federazione delle Donne Cubane, il CENESEX e Mariela Castro Espín subiscono numerosi attacchi da parte di gruppetti e gruppuscoli che, fingendo di occuparsi di “diritti civili”, promuovono ideologie liberiste, consumiste ed imperialiste.
Camuffandosi da ONG “femministe”, “arcobaleno” e a favore dei diritti delle persone nere, promuovono autentiche pratiche di esclusione contro le donne, contro gli omosessuali e le persone nere che non si conformano a determinati valori e stili di vita, basati su chiare gerarchie mercantili ed economiche.

MRCE e CS promuovono l'appello internazionale per le prossime elezioni presidenziali in Ecuador

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Il Movimiento Revolución Ciudadana Europa (MRCE) e Convergenza Socialista (CS) promuovono l’appello internazionale per le prossime elezioni presidenziali in Ecuador. Con questo appello chiediamo a tutti i partiti e a tutte le organizzazioni politiche socialiste e comuniste nel mondo di denunciare la destra imperialista e il Governo di Moreno, di sostenere il MRC, di monitorare le prossime elezioni e di creare una rete contro la prepotenza dell’imperialismo, fase suprema del capitalismo.

L'appello internazionale, qui sotto riportato in lingue diverse, avviato dal MRCE e da CS richiede il sostegno politico di tutte le organizzazioni socialiste e comuniste. Per essere aggiunti come organizzazione/partito alla lista dei firmatari, l’organizzazione interessata può scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per la classe lavoratrice.
Per socialismo e comunismo.

Convergenza Socialista

Azzolina. Santoro (CS): nel socialismo la scuola sarebbe solo pubblica e sicuramente efficiente

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Dopo aver tagliato di tutto e di più negli ultimi decenni (e ricordiamoci anche chi ha governato, dal centrosinistra al centrodestra), la ministra Lucia Azzolina in commissione Istruzione al Senato ci comunica che, almeno per la scuola, la stagione dei tagli è stata archiviata. Ma qui non si tratta ‘solo’ di fermare i tagli; qui rimane necessario ricostruire la scuola finanziandola pesantemente e formare a modo le nuove generazioni”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “La barbarie in questo Paese accresce le sue forze anno dopo anno. Servirebbero svariati miliardi di euro per riportare in condizioni normali la scuola, e ciò oggi non è possibile, e non sarà possibile con il cappio al collo dell’Unione Europea e dell'euro.”

Ex-Ilva. Santoro (CS): l’ArcelorMittal deve andare via da Taranto

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

“Chiediamo chiarezza al Governo e soprattutto una decisione definitiva sul caso ArcelorMittal, ex-Ilva”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “ArcelorMittal deve andare via da Taranto e il Governo deve darsi una svegliata. Tra scioperi e nuova cassa in­tegrazione, sale la tensione nello stabilimento ex-Ilva. Ed era ora, mentre il Governo dorme tranquillamente.”

©2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca