Comunicati

Convergenza Socialista aderisce all’appello sull’emergenza sanitaria internazionale causata dal Covid-19

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Convergenza Socialista aderisce all’appello generale promosso dal Partito Comunista tedesco (DKP), dal Partito Comunista dei Popoli di Spagna (CPPS) e dal Partito Comunista del Venezuela (CPV) riguardante l’emergenza sanitaria internazionale causata dal Covid-19. I Partiti socialisti, comunisti, delle lavoratrici e dei lavoratori si dichiarano contro i blocchi e le guerre imperialiste.

In particolare, si dichiara quanto segue:

1. La grave situazione internazionale derivante dall'inarrestabile crisi capitalistica globale - ora espressa come un'emergenza sanitaria che si diffonde in così tanti paesi - richiede un'azione sociale e politica forte e decisiva che metta le esigenze della classe lavoratrice, delle diverse persone del mondo e del genere umano sopra ogni altra cosa.

2. Le risorse scientifiche insufficienti, nonché la rapina dei servizi di sanità pubblica, effettuata dai paesi capitalisti nell'ambito di politiche di adeguamento neoliberista nell'interesse del grande capitale monopolistico mondiale, che sono imposte dall'UE, il Fondo monetario internazionale e la Banca Mondiale, ecc., porta con sé maggiori difficoltà per quanto riguarda le misure urgenti e tanto necessarie che dovrebbero essere prese immediatamente per difendere sia la salute che la vita della classe operaia e delle persone.

3. Il degrado patito dalle società capitaliste, che si basano sull'interesse personale, sul consumismo e sul darwinismo sociale, aggiunge difficoltà ancora maggiori agli sforzi per affrontare questa crisi sanitaria, che richiede valori di solidarietà, condivisione e giustizia sociale: i valori presente in tutti i nostri progetti politici rivoluzionari rivolti al socialismo-comunismo.

4. Attualmente, il capitalismo sfrutta l'attuale crisi sanitaria come un alibi perfetto per scatenare un nuovo attacco contro la classe lavoratrice e tutti i popoli, rafforzando il capitale finanziario e i monopoli e aggiungendo nuovi tagli ai salari e ai diritti della classe lavoratrice. I conflitti inter-imperialisti contribuiscono alla crescita a spirale della violenza e della predazione sociale che, alla fine, saranno pagate da persone e lavoratori allo stesso modo.

5. La classe lavoratrice internazionale, insieme al popolo, deve reagire a questa situazione - oggi sotto il controllo delle oligarchie mondiali - perché l'emergenza sanitaria porterà a breve tempo conseguenze terribili. È necessario mostrare ulteriori prove dell'attuale disastro storico del capitalismo nella sua fase imperialista, nonché dell'urgente necessità di costruzione socialista per affrontare l'inizio di una nuova fase storica tanto rivendicata dall'attuale e straordinario sviluppo delle forze produttive.

Celano (CS): Convergenza Socialista caldeggia il Premio Nobel per la Brigata "Henry Reeve”

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Maddalena Celano, responsabile esteri

Il mondo, per coloro che non hanno memoria, è capovolto. Nel motore di ricerca: "Premio Nobel per la pace + Cuba”, la prima cosa che viene fuori è Wikipedia, alcune tabelle, alcuni nomi, paesi, nomi, pace, letteratura, pace.
Di seguito, in "Notizie in primo piano", il Granma annuncia la proposta di candidare i medici cubani, appartenenti alla Brigata "Henry Reeve”, al premio Nobel per la Pace.  Cubadebate, invece, indica che in Grecia hanno già raccolto più di 13 mila firme per approvare la proposta e, ugualmente, Prensa Latina esce sostenendo che anche in Spagna stanno sostenendo la candidatura. Cubadebate ritorna parlando del Belgio e del suo supporto alla candidatura al Nobel per la Pace per i medici cubani e Juventud Rebelde con la Francia. E così via.

Celano (CS): proiettili criminali contro il monumento a José Martí

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Maddalena Celano, responsabile esteri

Il servizio segreto statunitense ha identificato 300 bossoli di arma da fuoco, contro l’Ambasciata della Repubblica di Cuba negli USA e il monumento all’eroe cubano J. Martí.

Individuati colpi di proiettili sulla statua dedicata a J. Martí, a Washington D. C. (U. S. A.)

Il clima di odio dell’amministrazione statunitense nei confronti di Cuba produce dei mostri anche in casa e la tensione alimentata dalle parole di Trump innesca una spirale che molto facilmente potrebbe andare fuori controllo. Gli Stati Uniti dovrebbero finirla di attaccare Cuba, e non solo, e dedicarsi agli immensi problemi di povertà, miseria, disadattamento sociale che colpisce il paese da tempo immemore.

Santoro (CS): togliamo gli impianti Ilva dalle mani della ArcelorMittal

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Mai fidarsi dei capitalisti”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Dopotutto fanno i loro interessi, pensano al profitto, puntano a socializzare le perdite mentre la grana rimane solo ed esclusivamente nelle loro mani. Viviamo una quotidianità in cui le lavoratrici e i lavoratori sono lasciati soli alla mercé dei potenti, senza alcuna protezione politica, in una lotta impari da cui difficilmente se ne potrà ricavare una vittoria. Cosa fare allora con le multinazionali che dettano legge alla politica genuflessa e complice della classe dominante dei capitalisti a discapito della classe operaia? Si rende necessario rendere pubblico subito tutta l’industria con un diretto controllo operaio.”

Il libro "Le donne cubane, l'altra metà della rivoluzione", presto in libreria e online

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

LE DONNE CUBANE, l'altra metà della rivoluzione
di Maddalena Celano

Maddalena Celano, autrice del saggio “Manuela Sáenz Aizpuru. Il femminismo rivoluzionario oltre Simón Bolívar” (accurata ricostruzione storica e documentaristica dell’ appassionante storia d’ amore tra il Generale Simón Bolívar e la Colonnella Manuela Sáenz Aizpuru, nota spia e rivoluzionaria dell’ epoca) della Aras Edizioni (Fano, 2018), molto presto darà alle stampe il suo secondo saggio (che troveremo presto nelle librerie oppure “on line”, in versione PDF) che non è  altro che la naturale prosecuzione del primo saggio: “Le Donne Cubane: l’altra metà della Rivoluzione”, della Libeccio Edizioni (Livorno, 2020).

Celano (CS): le bombe prodotte in USA uccidono civili in Yemen

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Maddalena Celano, responsabile esteri

Il presidente Trump considera il commercio di armi come generatore di posti di lavoro per le aziende, come Raytheon, che ha effettuato miliardi di vendite con la coalizione saudita.
Inizialmente anche l'amministrazione Obama ha appoggiato i sauditi, ma in seguito si è pentita della morte di migliaia di persone.

Santoro (CS): il Capitale e lo Stato contro la classe operaia

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Il Gruppo FCA, con sede legale in Olanda e sede fiscale a Londra, da una parte, e i lavoratori salariati, gli operai, chi insomma è costretto a vendere la propria forza-lavoro per sopravvivere, da un’altra”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “E come ci hanno indicato e insegnato Marx, Engels e Lenin, lo Stato capitalistico si erge dalla società capitalistica, e si estranea da essa, per l’irrisolvibile conflitto tra classi, e in tale conflitto lo Stato agevola sempre la classe dominante, la borghesia, i capitalisti, contro la classe lavoratrice.”

©2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca