Comunicati

Oxfam. Santoro (CS): crescono le diseguaglianze globali, le povertà, le miserie

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

"Come si può accettare che poco più di 2-mila ricchi possiedano una ricchezza superiore al patrimonio di 4,6 miliardi di persone? E’ veramente assurdo che tutto ciò accada e che pochissimi lavorino per una alternativa di società”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Il mondo è da tempo avviato su un percorso pericoloso, iniquo, brutale e selvaggio lungo il quale il numero dei paperoni diminuisce mentre la loro ricchezza aumenta, e quasi la metà dell’umanità vive in condizioni di miseria assoluta.”

“Il patrimonio delle 22 persone più ricche supera la ricchezza di tutte le donne del continente africano; la quota di ricchezza della metà più povera dell’umanità, circa 3,8 miliardi di persone, non sfiorava nemmeno l’1% nel 2019. In Italia, poi, la situazione è altrettanto grave. L’ascensore sociale è fermo; chi nasce povero è destinato quasi sicuramente a rimanerci con la prospettiva, per i discendenti del 10% più povero, di attendere cinque generazioni per arrivare a percepire il reddito medio nazionale.”

“Questo Paese vive pulsioni strane, insensate, tra la voglia di un becero salvinismo, il revival del nefasto craxismo e un vuoto, inutile e impalpabile sardinismo”, conclude Santoro. “Così non va; così non ci possiamo riprendere. Questo Paese ha necessità di una prospettiva politica radicalmente socialista in cui la ricchezza venga prodotta e distribuita per l’interesse delle comunità, non di pochi eletti.”  

Celano (CS). Rullo dei tamburi di guerra: la vendetta imperialista si rivolge contro Teheran

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

di Maddalena Celano, responsabile esteri di Convergenza Socialista

I tamburi di guerra perdono forza. Il terrorismo economico contro i paesi non allineati si intensifica. La scorsa settimana gli Stati Uniti hanno completato un nuovo round di sanzioni contro l'Iran. È la risposta di Washington all'attacco iraniano contro due basi militari USA in Iraq, avvenuto lo scorso mercoledì. Attacco che è, a sua volta, la risposta di Teheran all'omicidio avvenuto a Baghdad, del suo generale Qasem Soleimani, questo 3 gennaio 2020. Donald Trump ha riproposto ulteriori e dure sanzioni unilaterali, approvate dal suo Segretario di Stato e del Tesoro, Mike Pompeo e Steven Mnuchin. 

Per un Fronte Anti-Imperialista: tutti in Marcia contro la Guerra

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Firma e condividi la petizione

Per un Fronte Anti-Imperialista: tutti in Marcia contro la Guerrahttp://chng.it/cHNQ4Thk29                                                                  

Iran, Venezuela, Cuba, Bolivia, Cile, Colombia e tanti altri paesi sono nella morsa dell'imperialismo, fase suprema del capitalismo.

Dobbiamo fermare la barbarie prima che sia troppo tardi. In due modi:

far comprendere all'amministrazione USA che esiste un fronte anti-imperialista che cresce e non demorde;

far comprendere ai Governi dei paesi europei che il tempo della melina, della sottomissione, della genuflessione al più forte è finito.

Santoro (CS): dopo l’assassinio di Soleimani, il Governo deve fare chiarezza

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

"Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dovrebbe spiegare nei dettagli a noi e a tutti gli italiani cosa il Governo intende fare ora che gli Stati Uniti hanno commesso, unilateralmente, un assassinio, uccidendo il generale Soleimani. Atto atroce, senza senso e pericolosissimo. Un vero e proprio atto di guerra nei confronti dell’Iran”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale di Convergenza Socialista. “Noi chiediamo al Governo di chiarire in tempi rapidi”.

Celano (CS): Soleimani doveva essere riconosciuto, non assassinato

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

“Mentre Soleimani veniva descritto come un terrorista dagli Stati Uniti, in Iran divenne una figura imponente e profondamente rispettata. Fu uno dei principali architetti, degli sforzi del regime iraniano, nel rimodellare l'influenza del paese nella regione”, commenta Maddalena Celano, responsabile esteri di Convergenza Socialista. “Oltre a comandare direttamente l'unità militare più elitaria dell'Iran, la Revolutionary Guards Quds Force, era responsabile praticamente di tutte le operazioni militari straniere”.

Celano (CS): l'assassinio dell'iraniano Qassem Soleimani é un atto di guerra

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

“Convergenza Socialista condanna con forza l’assasinio di Soleimani da parte degli Stati Uniti d’America”, commenta Maddalena Celano, responsabile esteri di Convergenza Socialista. “La reazione dell'Iran all'uccisione del comandante, da parte degli Stati Uniti, è imprevedibile a causa del rischio di un'ulteriore escalation. I venti di guerra vanno fermati!”

Santoro (CS): il socialismo scientifico antidoto contro populismi, riformismi e certa sinistra

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Siamo invasi dai populismi, di destra e di sinistra, incluse le sardine. Tutti ovviamente borghesi. Ci troviamo, come Plekhanov, agli inizi di un lungo lavoro di educazione e di organizzazione, come ribadito anche da Marx ed Engels dopo la disfatta della Comune di Parigi. Lavoro che noi abbiamo il coraggio di intraprendere poiché abbiamo un preciso assetto teorico e ideologico” commenta Manuel Santoro, segretario nazionale di Convergenza Socialista.

©2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca