Comunicati

Santoro (CS): la politica ostaggio delle nevrosi di alcuni

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

"Mettiamola così. Renzi esce da un partito moderato, liberista, centrista come il PD per avviarsi alla costituzione di un nuovo partito moderato, liberista e centrista. La motivazione è che nel PD ha chiuso il suo ciclo di leadership, definitivamente”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale di Convergenza Socialista.

“Nel frattempo si cementifica l’alleanza PD-M5S anche in prospettiva regionale e territoriale condita da una sorta di superficiale civismo che de facto mortifica la funzione del partito in quanto motore dei processi democratici. Al contrario, invece, si dovrebbe ricordare che tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale (Art.49). Lasciati per un attimo i giochini nel fronte liberista, dobbiamo anche preoccuparci del fronte sovranista e di Salvini.”

“In effetti, più che discorrere di Salvini e dei barbari nostrani, tanto li conosciamo bene, oppure del nuovo asse pro-liberista PD-M5S, mi preoccuperei di costruire l’alternativa di sistema partendo dal socialismo”, conclude Santoro. “Non serve solo a noi ma, soprattutto, alle nuove generazioni le quali non si ritrovano e non si ritroveranno grandi punti di riferimento in futuro. Tocca a noi provvedere a dare una speranza.”

©2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca