Comunicati

Riduzione parlamentari. Santoro (CS): a tutte le forze politiche contrarie, organizziamoci per la raccolta firme

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

"Ora che il disegno di legge costituzionale che riduce i deputati a 400 dai 630 attuali e i senatori a 200 dagli attuali 315 è stato definitivamente approvato a Montecitorio con 553 voti a favore, 14 contrari e due astenuti, dobbiamo iniziare velocemente a discutere della raccolta firme per il referendum confermativo”, commenta Manuel Santoro, segretario nazionale di Convergenza Socialista. “La riforma costituzionale che porta alla riduzione del numero dei parlamentari è una vergogna poiché riduce la democrazia, non solo i costi, sfigurando i margini di rappresentatività e, di conseguenza, la qualità democratica del nostro sistema parlamentare.”

“L’Art. 138 della nostra Costituzione prevede che il referendum possa essere richiesto da un quinto dei membri di una Camera, da 500 mila elettori o da cinque Consigli regionali. Non penso che un quinto dei membri di una Camera siano disponibili, così come non vedo come si possano raccattare cinque Consigli regionali. L’unica soluzione, seppur complicata e molto difficile, rimane la raccolta firme e su questo noi contribuiremo con tutte le forze politiche, i movimenti, i comitati disponibili.”

“Diamoci da fare, quindi”, conclude Santoro, “e cerchiamo di convergere. Dobbiamo assolutamente fermare la deriva oligarchica, il graduale deperimento democratico dell’assetto politico-sociale del nostro Paese.”

©2019 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca