Comunicati

Celano (CS): l’assassino di Qassem Suleimani ucciso in un incidente aereo in Afghanistan

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Maddalena Celano, responsabile esteri 

Michael D'Andrea, il capo delle operazioni della CIA in Iran che ha orchestrato l'assassinio del generale iraniano Qassem Suleimani, è stato ucciso questo 28 gennaio 2019, in un incidente aereo in Afghanistan, secondo quanto riferito da Veterans Today (VT), citando fonti dell'intelligence russa. Michael D'Andrea è stato un ufficiale della Central Intelligence Agency, che nel 2017 è stato nominato a capo dell’ Iran Mission Centre dell’ Agenzia. Fu una figura di spicco nella ricerca di Osama bin Laden.
VT descrisse D'Andrea come la figura di spicco dell'intelligence della CIA nella regione, aggiungendo che l'aereo, con i contrassegni dell'aeronautica americana, sarebbe stato il comando mobile della CIA.

L' agenzia di stampa iraniana Tasnim ha rilanciato la notizia.  Infine, anche i media britannici (il Mirror e il Daily Mail) e il quotidiano israeliano Jerusalem Post hanno riportato la notizia.
Conosciuto anche come Ayatollah Mike, il Principe Oscuro e Undertaker, D'Andrea è stato nominato capo della Iran Mission Center nel 2017 e sotto la sua guida, l'agenzia, assunse una posizione più aggressiva nei confronti dell'Iran. Secondo quanto riferito, è stato anche coinvolto nell'assassinio del principale comandante militare di Hezbollah, Imad Mughniyah, a Damasco, in Siria (2008).
Lunedì scorso, i talebani hanno annunciato di aver abbattuto l'aereo, mentre gli Stati Uniti hanno negato il reclamo ma hanno riconosciuto la perdita di un aereo Bombardier E-11A nell'Afghanistan centrale. Le immagini online sono già circolate presumibilmente mostrando alcuni dei resti carbonizzati.

Rappresaglia dei servizi segreti iraniani per vendicare  Soleimani?

Il Middle East Monitor ha riferito che il successore di Suleimani come capo della Quds Force dell'IRGC, Esmail Qaani, ha stabilito legami in Afghanistan risalenti agli anni '80, suggerendo che l'abbattimento dell'aereo potrebbe essere la rappresaglia dell'Iran, per l'assassinio di Suleimani.
Ha anche menzionato le precedenti osservazioni del comandante principale dell'IRGC, il generale Hossein Salami, che affermò che nessun comandante militare americano sarà al sicuro se l'amministrazione statunitense continuerà a minacciare i comandanti iraniani.
D'Andrea, è stato accusato di fornire copertura per le operazioni della CIA. Ha anche supervisionato centinaia di attacchi di droni, che secondo il New York Times "hanno ucciso migliaia di militanti islamisti e centinaia di civili".

D'andrea è accreditato come la mente dietro la tecnica del famigerato "sciopero delle firme" della CIA, usato per uccidere le persone in base al loro comportamento, non all'identità, successivamente usato per determinare la colpa di qualcuno o la probabilità di essere un "terrorista".
Era al centro del programma degli interrogatori post 11 settembre e gestiva il Centro Antiterrorismo della CIA. Assassini e torture sono stati fondamentali nella sua carriera. Ha anche supervisionato la caccia al leader di Al Qaeda, Osama bin Laden.

I media iraniani affermano che "molti ufficiali della CIA" sono stati uccisi in un incidente aereo in Afghanistan, questo lunedì 28 gennaio 2020. Inizialmente i talebani hanno affermato che un  gran numero di americani sono stati uccisi, e i media russi e quelli iraniani hanno poi affermato che l’ ufficiale della CIA, responsabile dell'uccisione del generale IRGC Qasem Soleimani, era a bordo. L'affermazione è stata accolta con molto scetticismo.

Il nome di Michael D'Andrea iniziò ad apparire, nei media persiani, a seguito dell'uccisione di Soleimani, quando articoli su Mehr News e Radio Farda affermarono che era coinvolto nella pianificazione dell'operazione terroristica americana. Più tardi, il 27 gennaio, il suo nome è apparso di nuovo dopo l'incidente aereo. Gli Stati Uniti affermano di aver recuperato solo due membri dell'equipaggio dall'aereo abbattuto, mettendo in dubbio simili affermazioni.

Ci sono molti individui che potrebbero essere interessati a diffondere cospirazioni sui talebani che abbattono alti ufficiali dell'intelligence statunitense. Ciononostante, l'agenzia di stampa Tasnim dell'Iran ha pubblicato la notizia, citando fonti russe che affermano che "l'assassino di Soleimani era sull'aereo e [è stato] ucciso nell'incidente". Afferma che D'Andrea "è la figura più importante negli Stati Uniti CIA in Medio Oriente. È stato responsabile delle operazioni in Iraq, Iran e Afghanistan".

Collegare il suo abbattimento all'uccisione di Soleimani sarebbe uno sviluppo importante e sembra dimostrare che l'Iran sia attivo in Afghanistan con i talebani, un'affermazione che è stata fatta in passato ma che risulta poco probabile. I talebani sono sunniti (mentre gli iraniani sono sciiti) e lo stesso Soleimani combatté contro di loro, impedendone l’ infiltrazione in Iran. Perciò un accordo tra due acerrimi nemici, sembra poco probabile.  Ma l’Iran osserva attentamente i movimenti statunitensi in Afghanistan e ha recentemente incontrato i talebani per tentare degli accordi. L'Iran ha anche cercato di abbattere droni statunitensi che si stavano avvicinando ai loro confini.
Gli Stati Uniti hanno lanciato un numero record di bombe sui talebani nell'ultimo anno, mentre cercavano di spingerli verso il tavolo della pace.

©2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca