Comunicati

Riduzione orario di lavoro. Santoro (CS): non chiediamo il permesso a Confindustria

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

“Confindustria e Ance hanno detto no alla riduzione dell'orario di lavoro a parità di salario. Ma noi socialisti non chiediamo il permesso a nessuno sui diritti di lavoratrici e di lavoratori, di operaie e di operai”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Noi non chiediamo il permesso; la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario è un nostro punto di programma che noi abbiamo tutta l’intenzione di realizzare il prima possibile. Che piaccia o non piaccia agli industriali. Che ciò avvenga in questa società capitalistica oppure nella futura società socialista, purché avvenga.”

“Noi di Convergenza Socialista sosteniamo la riduzione dell’orario di lavoro a partirà di salario in quanto obiettivo politico necessario, prioritario, da raggiungere immediatamente. Si inizi dalle 30 ore settimanali a parità di salario per raggiungere nel medio periodo le 20 ore settimanali sempre a parità di salario. È necessario anche all’interno del sistema economico capitalistico, liberare lavoratrici e lavoratori dalle catene del capitale e dall’ingordigia dei padroni, dei capitalisti. Daremo filo da torcere a chi opprime e sfrutta la classe lavoratrice. Il socialismo è la società in cui i mezzi di produzione sono di proprietà comune, non privata, e ciò determina il destino certo dei capitalisti, degli industriali.”

©2022 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca