Comunicati

Santoro (CS): la politica deve avviare uno spezzatino delle multinazionali

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

“Le multinazionali, tutte, sono definitamente attori politici. Quanto sta succedendo in questi giorni negli Stati Uniti d’America conferma che i giganti del web e dei social, ma ciò si estende a tutti i campi, non possono più essere lasciati liberi di crescere in modo indiscriminato, soprattutto se di proprietà di privati”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Bisogna avviare da subito uno spezzatino di questi giganti fuori controllo e la politica deve riprendere in mano le redini del gioco.”

“Qui non si tratta di discorrere di Trump oppure di Biden, dei repubblicani oppure dei democratici. La questione centrale è che quando strumenti globali come internet e i motori di ricerca, i social e i browser, i web hosting, sono in mano a pochissimi privati, si creano distorsioni evidenti poiché tali soggetti possono in qualsiasi momento e per qualsiasi finalità personale o politica, indirizzare il pensiero e l’azione di miliardi di individui. Ancora più scandaloso è permettere a queste multinazionali di operare liberamente e di decidere in modo del tutto autonomo, slegato cioè dalla politica, di chiudere social networks, di silenziare politici, di instaurare, cioè, una vera e propria dittatura del web.”

“Abbiamo, quindi, l’urgente necessità di ripensare il ruolo dei social e di tutto quello che è parte di internet per il nostro futuro”, conclude Santoro. “Il primo passo, immediato, è una seria regolamentazione nel nome del pluralismo che coinvolga tutti gli attori in gioco e, secondo, avviare, nel breve e medio periodo, uno spezzatino di questi giganti nell’attesa che arrivi il socialismo e renda tutto di proprietà comune.”

©2021 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca