Comunicati

Brutalità e ingerenze contro Cuba

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Maddalena Celano, responsabile esteri

Sia il presidente che il ministro degli esteri di Cuba hanno ricordato la mancanza di autorità, del mandato dell'OSA, sull'isola caraibica.

Le autorità cubane, questo martedì, hanno respinto l'inclusione di una discussione relativa al paese caraibico in una convocazione del Consiglio permanente dell'Organizzazione degli Stati americani (OAS), su richiesta degli Stati Uniti (USA).

Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha descritto la questione come una vergognosa ingerenza, un macabro piano contro l'isola, in cui l'OSA sarebbe chiamata a svolgere il suo triste ruolo.

Da parte sua, il ministro degli Esteri Bruno Rodríguez ha denunciato lunedì che gli Stati Uniti stavano cercando di imporre una riunione del Consiglio permanente dell'OEA, un'organizzazione che "è al servizio degli interessi di Washington" e sostiene i tentativi di isolamento e gli interventi militari, nonché i colpi di stato nella regione.

L'OAS ha annunciato l'intenzione di convocare il suo Consiglio Permanente in una sessione straordinaria online, per il prossimo 28 luglio alle ore 10:00 locali (14:00 GMT), per "analizzare" la situazione sull'isola, dopo i violenti disordini  avvenuti lo scorso 11 luglio 2021.

Cuba non fa parte dell'OEA dagli anni '60 e non ne riconosce l'autorità o il mandato di esprimere opinioni o discutere di affari interni, mentre descrive l'organizzazione come il "ministero delle colonie yankee".

L'annuncio dell'OAS è arrivato dopo che è stata resa nota una lettera, in cui 19 paesi, guidati dagli Stati Uniti, hanno parlato di condanna contro L'Avana per gli eventi dell'11 luglio, senza aver mai ricevuto un mandato internazionale per portare avanti una tale valutazione.

Gli Stati Uniti hanno approfittato della complessa situazione economica ed epidemiologica del Paese (aggravata, tra l'altro, dal blocco di Washington) per promuovere manovre destabilizzanti e sovversive contro l'Avana. Una per tutte, l'attacco terroristico verificatosi ieri, a Parigi, contro l'Ambasciata della Repubblica di Cuba in Francia. Uno sconosciuto ha scagliato 3 bombe molotov contro l' Ambasciata. Inoltre il web pullula di falsi account e fake news contro Cuba, destinate ad una pletora di ingenui, per destabilizzare il paese. 

©2021 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca