Comunicati

L’aumento della bolletta elettrica è il segnale di un Governo dei forti e dei peggiori

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

“Secondo il ministro della transizione ecologica, Roberto Cingolani, il prossimo trimestre la bolletta elettrica aumenterà del 40% dopo l’aumento del 20% nello scorso trimestre”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “E mentre il Paese va al macero e la classe lavoratrice si impoverisce, il governo Draghi dorme quando siamo di fronte ad una crisi profonda e decennale del nostro "bel" Paese piccolo borghese, con Confindustria che guida l’assalto alla massimizzazione della schiavitù con la minimizzazione del salario.”

“Le lavoratrici e i lavoratori si impoveriscono mentre sono troppi coloro che non hanno lavoro e hanno smesso anche di cercarlo. Un Governo e delle forze politiche, tutte, che pensano al proprio orticello, cambiando spesso idea su tutto, a scapito di milioni di donne e di uomini. Vogliamo seriamente continuare a dormire permettendo ai Letta, Renzi, Salvini e Meloni, Berlusconi e la pseudo sinistra progressista presente in Parlamento, con la pletora di giornalisti più o meno schierati, di dettare legge e portare il Paese verso il baratro? Salvini cambia idea ogni giorno, Letta e Meloni si abbracciano caldamente sul prossimo presidente della Repubblica. C’è anche chi caldeggia Berlusconi al Quirinale. Diciamo basta e voltiamo pagina. Iniziamo a guardare la realtà per quella che è e non per quella che ci viene mostrata in televisione. L’agenda del Governo Draghi è chiara”, conclude Santoro.

©2021 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca