Comunicati

Le menzogne su Holodomor e burocratismo

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Introduzione

La lezione 34 della Fase I della Scuola Rossa di Convergenza Socialista si focalizza sulle menzogne dell’Holodomor e della “burocrazia staliniana”, termine quest’ultimo inventato dal falso Trotsky. In questa video-lezione non solo riprendiamo gli elementi salienti di ciò che Ludo Martens espone nel suo importantissimo testo “Stalin. Un altro punto di vista”, ma facciamo abbondante uso degli spunti di Grover Furr sulle falsità attribuite a Stalin e al partito sull’Holodomor.

Scrive Grover Furr che

“l’invenzione dell’Holodomor fu inventata da collaboratori nazisti ucraini che hanno trovato asilo nell’Europa occidentale, in Canada e negli Stati Uniti dopo la guerra.” A seguire rilancia Martens il quale afferma che “dopo la seconda guerra mondiale, milioni di nazisti ucraini sono riusciti ad entrare negli Stati Uniti.”

Ludo Martens ci spiega come

“la campagna lanciata dai nazisti nel 1934-1935 sul tema del (falso) genocidio bolscevico in Ucraina doveva preparare gli animi al progetto della (falsa) liberazione dell'Ucraina. Vedremo perché questa menzogna è sopravvissuta ai suoi ideatori nazisti, per diventare un'arma americana. Ecco come nascono le favole sui milioni di vittime dello stalinismo".

Rilancia Grover Furr il quale afferma che tali menzogne

“sono semplicemente proclamate da fonti di nazionalisti ucraini con lo scopo di giustificare ideologicamente la loro alleanza con i nazisti e la partecipazione all’Olocausto ebraico, il genocidio dei polacchi ucraini (i massacri di Volinia del 1943-1944) e l’assassinio di ebrei, comunisti e molti contadini ucraini dopo la guerra.”

Lo scopo ultimo di tali menzogne, cavalcate con perseveranza dai nazionalisti ucraini, dalle borghesie occidentali, dai servi in politica e nel giornalismo delle oligarchie finanziarie occidentali, e dai servizi segreti sempre occidentali, è uno solo. Equiparare il comunismo al nazismo; l’Unione Sovietica con la Germania nazista; Stalin con Hitler. Con l’aiuto certo dei traditori degli operai, dei lavoratori salariati. Pensiamo alle risoluzioni dell’Unione Europea di oggi e capiremo da dove vengono.

Conclude Furr che

“la verità storica sull’Unione Sovietica è spiacevole non solo per i collaboratori nazisti, ma per gli anticomunisti di ogni tipo. Molti di coloro che si considerano di sinistra, come i socialdemocratici o i trotskisti, ripetono le bugie dei fascisti autentici e degli scrittori apertamente filo-capitalisti. Gli studiosi obiettivi della storia sovietica, determinati a dire la verità anche quando tale verità è impopolare, sono fin troppo rari e spesso annegati sotto il coro dei falsari anticomunist.”

Continua - ecco il link
https://youtu.be/Q8Gg-3f-brg

Convergenza Socialista

Partito politico socialista, avanguardia del socialismo scientifico, per il raggiungimento della società socialista.

©2023 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca