Comunicati

La giornata internazionale della donna tra vecchie conquiste e nuove mistificazioni

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Convergenza Socialista condanna con forza la deriva borghese delle sinistre revisioniste, e delle compagne e dei compagni arresi all’arrivismo del  capitale.

In questi giorni si pone una nuova domanda: come si celebra, in questo periodo di pandemia, la Giornata Internazionale della Donna, impropriamente chiamata “festa della donna”? L'8 marzo, non affermate che “siamo la cosa più bella del mondo", né lodate per le "notti insonni e sacrifici" delle donne.

8 Marzo: il protagonismo femminile per il socialismo marxista-leninista

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

di Manuel Santoro

Convergenza Socialista celebra l’8 Marzo ricordando la necessità e l’importanza delle donne e del loro contributo, ad iniziare dalle lavoratrici, per il raggiungimento della società socialista. Questo breve intervento si conclude con l’intervento di Lenin “Alle operaie” del 1920.

Chi studia l'evoluzione delle società e comprende la centralità della produzione nei meccanismi che determinano il loro sviluppo, è consapevole del fatto che non è possibile alcuna eguaglianza reale tra donne e uomini all'interno di società dove prevalga la proprietà privata. [1] Essendo il capitalismo monopolistico una società in cui il punto focale rimane la proprietà dei mezzi di produzione, non può esserci, e infatti non vi è, alcuna parvenza di eguaglianza tra donne e uomini, sia essa di fronte alla legge che in termini reali. Basta vedere la disparità di stipendio a parità di mansione nelle società cosiddette "moderne".

La lotta delle idee attraversa l'altra metà del cielo

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

L'evento "La lotta delle idee attraversa l'altra metà del cielo" è dedicato alla giornata internazionale delle donne ed è organizzato dalla presidente dell'Ass. cubana "Para un Principe Enano", Olga Lidia Prielh Herrera e dalla dr.ssa Maddalena Celano di Convergenza Socialista, e collaboratrice dell' Ass. Para un Principe Enano e La Villetta per Cuba, nonché autrice del saggio “Donne Cubane: l' altra metà della Rivoluzione” (CTL Libeccio, Livorno, 2020).

Draghi. Santoro (CS): un Governo del capitale nemico della classe  lavoratrice

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

“Ha inizio il Governo del banchiere Draghi, alleato del capitale, contro le operaie e gli operai, contro le lavoratrici e i lavoratori salariati”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Tra chi divide i ministeri tra donne e uomini, tra ‘nordisti’ e ‘sudisti’, noi socialisti, marxisti-leninisti, rimarchiamo con forza il dato di classe, ovvero di zero ministri tra operaie e operai su 23 ministeri. Quando, invece, solo le operaie e gli operai educati saranno ministre e ministri, saremo allora nel socialismo, nello Stato socialista. Il nostro obiettivo politico.”

Draghi. Santoro (CS): capiamo la genuflessione servile della politica e dei media, ma voi lavoratori, voi poveri sfruttati

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Il banchiere Draghi, su incarico del Presidente della Repubblica Mattarella, si appresta a consultare i partiti, e nell’euforia demenziale di queste ore, la politica e i media si associano lentamente alla festa e alle danze. Speriamo che le lavoratrici e lavoratori non cadano nel tranello di ritenere Draghi un loro alleato di classe perché non lo è affatto”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Ci sono più di duecento miliardi da spendere e tutta l’operazione del dopo Conte, nata da Renzi e portata a compimento, per ora, da Mattarella con l’incarico a Draghi, mira alla ulteriore destrutturazione del mondo del lavoro, all’impoverimento della classe lavoratrice e operaia e al favoreggiamento degli industriali, dei capitalisti, dei padroni.”

Santoro (CS): lavoratrici e lavoratori, diciamo basta al teatrino della politica

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Lavoratrici e lavoratori, non siete ancora stanchi di essere presi per i fondelli dal teatrino della politica, da Renzi e da Salvini, Conte e Meloni, Berlusconi e Zingaretti? Voi, o meglio sarebbe dire noi, siete e siamo operaie e operai, lavoratrici e lavoratori salariati e, de facto, sfruttati e schiavizzati”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Ci vuole uno scatto deciso da parte di noi lavoratori, e una presa di coscienza del semplice fatto che siamo parte, piccoli ingranaggi, di una macchina infernale che, partendo dai grandi potentati economici globali e globalizzati, si estende alla politica e alla informazione mainstream definitivamente corrotta.”

Affinità elettive tra politici italiani ed europei, mass-media mainstream, e il nazionalista e filo-nazista Navalny

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

La prima domanda che ognuno di noi dovrebbe porsi è la seguente: come mai politici apparentemente ‘moderati’, quasi-democristiani, cosiddetti ‘democratici’, in Italia e in Europa, così come tutti i media mainstream, dai giornali alle televisioni, appoggiano apertamente un dichiarato nazionalista e filo-nazista come Navalny, palesemente al servizio dei servizi segreti d’occidente e ben finanziato dall’interno così come dall’esterno della Russia? La risposta è una. Sono tutti attori, non protagonisti, di uno schema ben orchestrato che mira alla conquista, alla rapina, delle potenzialità, delle risorse, della Russia. E come fatto in Ucraina con il Maidan del 2014 e tentato in Bielorussia, oppure in Venezuela con il pupazzo Guaidò, che il neo-presidente Biden già vorrebbe confermare come autoproclamato Presidente, tutta la politica liberale e imperialista, mainstream gira per voleri economici, senza alcuna autonomia, quasi teleguidata da interessi che mirano ai mezzi di produzione e alle risorse dei Paesi colpiti e, in questi giorni così come nei prossimi, si assisterà ad un intensificarsi della pressione sulla Russia.

©2021 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca