Comunicati

L'Iran afferma che COVID-19 potrebbe essere una forma di guerra biologica

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

di Maddalena Celano, responsabile esteri

Il nuovo coronavirus del 2019 (COVID-19) ha molte caratteristiche che fanno pensare ad una guerra biologica, afferma il capo dell'Organizzazione per la Difesa dell'Iran, Qolamreza Yalali.

In un'intervista televisiva, questo martedì, il generale Qolamreza Yalali, ha osservato che ci sono molti laboratori biologici statunitensi, vicino all'Iran, vicino  alla Russia e alla Cina. Quindi una diffusione intenzionale e pianificata del COVID-19, che è iniziata dalla città cinese di Wuhan, non può essere completamente esclusa.

Non è ancora possibile dichiarare, al cento per cento, che si tratti effettivamente di una guerra biologica, anche se il virus riporta gran parte delle caratteristiche di questo tipo di guerra. “Sono necessarie ulteriori ricerche da parte di esperti di virologia, per determinare se si tratti di una guerra biologica o meno”, ha detto il generale Yalali.

NATO. Santoro (CS): condanniamo le esercitazioni al confine con la Russia

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Condanniamo con forza l’ennesimo atto criminale, nonché stupida provocazione, degli Stati Uniti e della NATO, i quali continuano a pianificare esercitazioni militari al confine con la Russia”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Le esercitazioni NATO sono pianificate ad Aprile e a Maggio 2020 lungo tutto il confine occidentale russo. Un crescendo senza senso al quale parteciperanno diversi Paesi europei tra cui l’Italia.”

“Dobbiamo combattere la NATO e fare in modo che si sollevi un movimento internazionale che porti al suo superamento definitivo. Ciò non può accadere senza il superamento definitivo del capitalismo. Non solo la NATO è una nemica di classe, della classe lavoratrice, ma è per sua natura guerrafondaia in quanto necessaria per i complessi militari-industriali, e quindi capitalistici, dei Paesi occidentali più forti. Non si va al confine con la Russia con oltre decine di migliaia di soldati statunitensi, decine di migliaia di squadre militari, oltre ai membri della NATO europea, senza la volontà di iniziare un confronto militare reale. Dobbiamo fermare questa spirale di insensata violenza. Dobbiamo fare in modo che l’Italia non partecipi; dobbiamo fare in modo che nessun Paese europeo partecipi.”     

“Dobbiamo arrivare al socialismo quanto prima”, conclude Santoro, “unico modo per avviarci veramente su un percorso di pace globale.”

L’evento sull’8 Marzo è rinviato a data da definire

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Domenica 8 Marzo - Hotel Villa Rosa, via Giovanni  Prati 1, Roma.

Come da disposizioni del DPCM del 4 Marzo 2020 con misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus, l’evento organizzato da Convergenza Socialista dal titolo “8 Marzo. Donne e Socialismo: un giorno rivoluzionario di lotta” è rinviato a data da definire.

Lunedì 2 Marzo: Sit-in di solidarietà al Partito Comunista Polacco

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Roma, lunedì 2 Marzo alle ore 15.30 si terrà il sit-in promosso anche da Convergenza Socialista in solidarietà al Partito Comunista Polacco e contro la criminalizzazione della stampa comunista in Polonia. Le forze anticapitaliste in Polonia vivono un momento molto difficile ed è compito delle organizzazioni classiste, socialiste e comuniste, anticapitaliste e antimperialiste, portare supporto politico e solidarietà internazionale. Invitiamo le militanti e i militanti, le/i simpatizzanti di Convergenza Socialista ad esserci. Riportiamo l'appello:

Esprimiamo la nostra solidarietà militante e internazionalista alle compagne ed ai compagni del Partito Comunista della Polonia, oggetto di una inaudita e continua persecuzione anticomunista, ad opera di un governo di estrema destra, attraverso riforme e modifiche alla legge nazionale in senso antidemocratico. Già alla fine del 2018, ci siamo mobilitati contro questa persecuzione, motivata dall’accusa rivolta contro i quadri e militanti comunisti di “promozione di un sistema totalitario”.

Idlib. Santoro (CS): fuori dalla Siria, ora!

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Qualsiasi operazione militare non richiesta da parte del legittimo governo siriano dentro il proprio territorio è un atto di guerra”, commenta Manuel Santoro, segretario generale di Convergenza Socialista. “Idlib è una città della Siria nord-occidentale così come Aleppo. Oltre all’azione in atto di Erdogan nella zona, leggo di una probabile operazione militare congiunta Turchia-USA la quale sarebbe contraria al diritto internazionale, nonché avventata e irresponsabile”.

“Nella cittadina di Idlib, in particolare, l’esercito siriano sta agendo legittimamente sul proprio territorio al contrario della Turchia che in modo spudorato continua ad infiammare la regione. La Siria è l’unica legittimata a riconquistare e rivendicare la propria sovranità nazionale sul proprio territorio. Spero che un intervento più deciso da parte di Mosca porti Erdogan ad un cambio di posizione.

E' disponibile il manoscritto "Il Manifesto del Socialismo", strumento teorico, politico ed organizzativo di Convergenza Socialista

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

IL MANIFESTO DEL SOCIALISMO
Da che cosa cominciare?
di Manuel Santoro
Sul socialismo organizzato inteso come sistema della società strutturalmente alternativo al capitalismo.

Su Amazon.it, IBS.it e LaFeltrinelli.it, e nelle Librerie Feltrinelli di tutta Italia. Anche in versione ebook.

Descrizione
L'idea ispiratrice di questo Manifesto è da ricercare nella pressante necessità di ripensare noi stessi e le società moderne in cui viviamo.

8 Marzo. Donne e Socialismo: un giorno rivoluzionario di lotta

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

In occasione della giornata internazionale della donna, Convergenza Socialista celebra il contributo teorico, politico e pratico della donna all’interno della classe lavoratrice.
Con lo sviluppo del capitalismo e della produzione industriale, iniziò a estinguersi il ruolo tradizionale della donna, confinata a kirche, küche, kinder (chiesa, cucina, bambini). Ruolo che l'Antico Regime Contadino riservava alle donne, sia nei villaggi e nelle grandi città.

In concomitanza con l'avvento del movimento operaio organizzato, il diciannovesimo secolo, fu testimone di come, su entrambe le sponde dell'Atlantico, le lavoratrici svolgessero un ruolo molto importante nella lotta di classe. Un ruolo fondamentale dentro la classe lavoratrice, per la classe lavoratrice, il cui obiettivo è sempre stato e sarà sempre la lotta congiunta di donne e uomini, lavoratrici e lavoratori, per la lotta contro il capitale.

©2020 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper

Cerca